Boezio - Della consolatione de la filosofia tradotto da Cosimo Bartoli - 1551 (prima edizione)

BOEZIO SEVERINO.  Della consolatione de la filosofia, tradotto da Cosimo Bartoli, gentil'huomo fiorentino. In Fiorenza, appresso Lorenzo Torrentino, 1551.

Cm. 16,5, cc. 237. Con lo stemma dei Medici inciso al frontespizio, splendidi capilettera ornati, testo in elegante carattere corsivo. Legatura settecentesca in piena pergamena rigida con titoli in oro su tassello in marocchino rosso al dorso; tagli spruzzati. Piccola menda al tessello, impercettibile alone alla base delle prime carte, sporadiche e leggere arrossature, peraltro esemplare nel complesso ben conservato. Importante edizione Torrentino della volgarizzazione del capolavoro di Severino Boezio (476 ca.-525 ca.), testo base della filosofia scolastica. Prima edizione della traduzione di Cosimo Bartoli (1503-1572), celebre umanista e filologo fiorentino che ricevette l'incarico direttamente da Cosimo I de' Medici. Bartolomeo Gamba (Serie dei testi di lingua, 1262) la annovera fra le più eleganti versioni cinquecentesche dell'opera di Boezio: “Bella edizione in carattere corsivo. È la versione di Boezio la più reputata che s'abbia dopo quella del Varchi”. Cfr. anche Iccu; Brunet, I, 1038; Graesse, I, 466.