Carolus VII - Pragmatica sanctio cum glossis - 1555

CAROLUS VII.  Pragmatica sanctio, cum glossis egregij, eminentisque scientiae viri, domini Cosmae Guimier Parisini ... Quibus accesserunt ad cuiuslibet decreti parraphos summaria ... Opera aut labore d. Philippi Propi Biturici. Parisiis, apud Galeotum ą Prato , 1555-56.

Due volumi di cm. 17, cc. (50), 326 + 2 cc.b; (2) 235 (1). Splendido marchio tip. Galeot du Pré al colophon del secondo volume. Bell'ex-libri settecentesco di Andrea Tontoli, prelato e giurista nativo di Manfredonia. Ottima legatura settecentesca in piena perg. rigida con unghie e titoli in oro al dorso; tagli gialli. Piccolo segno di tarlo (con interessamento di poche parole di testo) nella parte centrale della seconda parte del primo volume e al margine interno di poche carte iniziali del secondo; lievi fioriture, peraltro esemplare ben conservato. La Pragmatica sanctio di Bourges, massima espressione del gallicanesimo, fu emanata da Carlo VII il 7 Luglio 1438 allo scopo di arginare il potere della chiesa romana sul clero francese. In seguito all'entrata in vigore dell'atto i vescovi francesi dovevano essere eletti in Francia e dovevano seguire le indicazioni del sovrano. La costituzione fu definitivamente abrogata con il Corcordato di Bologna nel 1516. L'edizione si presenta corredata dalle celebri glosse del parigino Cosme Guymier (?-1503), pubblicate per la prima volta nel 1486; dal 1546 furono aggiunte le addizioni di Philippe Probus (?-1559). Cfr. Kvk; Adams C, 1390; non in Sapori.