Girolamo Fracastoro - Opera omnia - Venetiis, apud Iuntas, 1574

FRACASTORIUS HIERONYMUS.  Opera omnia, in unum proxime post illius mortem collecta: quorum nomina sequens pagina plenius indicat. Accessit index locupletissimus. Venetiis, apud Iuntas, 1574.

Cm. 25, cc. (20) 213 (1). Con ritratto dell'Autore, numerosi disegni geometrici n.t. e bei capilettera xilografici. Legatura coeva in piena pergamena molle con nervi passanti e titoli manoscritti al dorso. Lievi aloni, perlopiù marginali e più evidenti solo nelle carte iniziali e finali. Esemplare nel complesso in buono stato di conservazione. Girolamo Fracastoro (1476 ca. - 1553), nativo di Verona, è considerato uno dei più grandi medici della storia. Fu collega e amico di Capornico e insegnò Logica all'Università di Padova. Le opere di Fracastoro rappresentano un punto di riferimento nello sviluppo della nostra conoscenza delle malattie infettive: fu infatti il primo a teorizzare la teoria dei germi di infezione, a riconoscere il tifo e a studiare la contagiosità di tubercolosi e sifilide. Quest'opera omnia comprende anche i rilevanti scritti di astronomia e di filosofia. Come astronomo Fracastoro fu il primo a scoprire, insieme a  Pietro Apiano, che le code cometarie si presentano sempre lungo la direzione del Sole, ma in verso opposto ad esso. Nel 1538 descrisse la bozza del cannocchiale, poi realizzato da Galileo Galilei decine di anni dopo. Seconda edizione (editio princeps 1555) curata dell'amico umanista Paolo Ramusio. Cfr. Iccu; Brunet, II, 1363; Graesse, II, 623.

Altri libri per "scienze" o "medicina"