Tacitus - Opera quae exstant, ex Iusti Lipsi editione ultima - 1585

TACITUS PUBLIUS CORNELIUS.  Opera quae exstant, ex Iusti Lipsi editione ultima: & cum eiusdem ad ea omnia commentariis aut notis. Antuerpiae, apud Christophorum Plantinum, 1585.

Tre parti (con autonomi frontespizi) in un volume di cm. 32,5, pp. (12) 251 (1); (8) 187 (1); (8) 48 (24). Bellissimi marchi tipografici ai tre frontespizi e graziosi capilettera xilografici. Legatura sette/ottocentesca in mezza pelle; dorso a 5 nervi con titoli e fregi in oro agli scomparti, carta marmorizzata ai piatti. Minimi segni del tempo a piatti e punte, sporadiche e lievi bruniture/fioriture, piccolo alone al margine inferiore delle ultime carte. Esemplare nel complesso ben conservato. Importante edizione dell'opera di Tacito curata da Giusto Lipsio (1546-1606), celebre poligrafo belga. La prima parte include i seguenti testi: Annalium libri XVI, Historiarum libri V, De moribus Germanorum liber I, De vita Julii Agricolae liber I, Dialogus de causis corruptae eloquentiae. La seconda parte presenta l'imponente commentario lipsiano, denso di significato filologico e di fatto vera e propria opera storico-politica. La terza parte include le note critiche al testo tacitiano. Non comune. Cfr. Graesse, VII, 8; Iccu; non in Brunet.