Gabriele D'Annunzio - Più che l'amore. Tragedia moderna - 1907 (prima edizione, tiratura di testa)

D'ANNUNZIO GABRIELE.  Più che l'amore. Tragedia moderna preceduta da un discorso e accresciuta d'un preludio, d'un intermezzo e d'un esodio. Milano, Fratelli Treves Editori, 1907.

Cm. 18, pp. (4) lv (1), 300 + 2 cc.b. Legatura coeva in mezza tela con titoli in oro al dorso e piccole punte. Sporadiche e marginali fioriture, peraltro esemplare nel complesso ben conservato. Tragedia in due atti in prosa rappresentata nel 1906 da Ermete Zacconi: il protagonista è Corrado Berando, l'eroe che vorrebbe essere esploratore, e non avendo i soldi necessari, diventa un assassino. Il tema è la smania polemica di scandalizzare con la superumana ideologia; il protagonista è disposto a tutto pur di raggiungere il suo scopo, e abbandona la sua amante incinta, alla fine Corrado riuscirà a viaggiare, arrivando in Africa dove si sta combattendo per la conquista di nuovi territori coloniali. Prima edizione nella tiratura di testa, senza indicazione di migliaio. Cfr. Gambetti-Vezzosi, Rarità bibliografiche del Novecento italiano, p. 254: “abbastanza ricercato”; De Medici, 64; Iccu.