Giovanni Pascoli - Carmina - Zanichelli 1914 (rara prima edizione tirata in 500 esemplari numerati)

PASCOLI GIOVANNI.  Carmina. Collegit Maria soror. Ediditi H. Pistelli. Exornavit A. De Carolis. Bologna, in aedibus N. Zanichelli, 1914 (finito di stampare il giorno 8 Marzo 1915).

Cm. 28,5, pp. (4) 579 (5). Con un magnifico frontespizio in rosso e nero e 60 tra illustrazioni e fregi impressi in xilografia da Adolfo De Carolis. Edizione stampata su carta a mano. Bellissima legatura editoriale di lusso in piena tela rossa, con titoli e fregi in oro disegnati e incisi sempre da De Carolis. Qualche trascurabile e marginale fioritura, dorso leggermente sbiadito. Ottimo esemplare, ancora in barbe e con alcuni fogli ancora chiusi. Prima edizione (edizione numerata di 500 esemplari - nostro esemplare nr. 391) di tutte le poesie latine scritte da Giovanni Pascoli, alcune inedite; sono compresi anche i primi abbozzi di vari componimenti. Fu l'ultima fatica editoriale di rilievo di Cesare Zanichelli; un vero e proprio monumento della letteratura neolatina e della tipografia italiana del primo Novecento. A causa della guerra questo volume fu posto in vendita solo nel 1917. Così Gambetti-Vezzosi, Rarità bibliografiche del Novecento italiano, p 648: "poesie latine scritte tra il 1885 e il 1911 inedite o apparse nei volumi pubblicati ad Amsterdam. Fu distribuito solo nel 1917. Abbastanza raro e molto ricercato"; Bulferetti Domenico, Giovanni Pascoli, p. 12; Asor Rosa, p.404; Iccu.