Il primo libro di Pier Paolo Pasolini: Poesie a Casarsa - Bologna 1942 (facsimile)

PASOLINI PIER PAOLO.  Poesie a Casarsa. Bologna, Libreria Antiquaria Mario Landi, 1942 (facsimile realizzato da Grafiche Antiga per Ronzani Editore & Centro Studi Pier Paolo Pasolini, Gennaio 2019).

Pp 42 (6). Insieme a: ZABAGLI FRANCO (A CURA DI) Il primo libro di Pasolini. Vicenza, Ronzani Editore & Centro Studi Pieri Paolo Pasolini (stampato da Grafiche Antiga), 2019. Pp. 90 (6). Due volumi di cm. 19, conservati entro cofanetto editoriale rosso. Poesie a Casarsa, libro tra i pių rari e leggendari del Novecento italiano, meritava da tempo di essere riproposto proprio nella forma originaria che Pasolini volle dargli per il suo esordio poetico. In quei versi, l'intatta immaginativa di un ragazzo geniale creava un misterioso microcosmo contadino attraverso le parole di un dialetto vergine, estraneo ancora alla tradizione scritta. Il volume fu pubblicato nel 1942 dalla Libreria Antiquaria Mario Landi a spese dell'Autore, in una tiratura di 300 copie su carta vergata, numerate, oltre a 75 copie su carta uso mano, non numerate e fuori commercio, per la stampa. Questa nuova edizione, promossa dal Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa, č stata realizzata da Ronzani Editore con la seguente modalitā: facsimile, realizzato in 1000 copie, dove il libro del 1942 č riprodotto tale e quale con i minimi dettagli e le imperfezioni originarie, su carta Arcoprint Avorio uso mano, stampata da Grafiche Antiga. L'edizione č accompagnata da Il primo libro di Pasolini, un volume a cura di Franco Zabagli che racconta le vicende della composizione e della fortuna di Poesie a Casarsa, illustrato da fotografie poco conosciute e riproduzioni di autografi, e con un'antologia di testimonianze e di recensioni.