Cervantes - L'ingegnoso Don Chisciotte della Mancia con Sancio Pancia - 1841 (edizione illustrata)

CERVANTES SAAVEDRA (DE) MIGUEL.  L'ingegnoso Idalgo Don Chisciotte della Mancia con Sancio Pancia. Tradotto da Bartolomeo Gamba ed ora riveduto da Francesco Ambrosoli. Edizione illustrata. Milano, presso Andrea Ubicini, 1840-41.

Due volumi di cm. 26, pp. viii, 583 (1); 650 (2). Con centinaia di graziose incisioni xilografiche n.t. tra testatine, finalini, capilettera e ampie vignette. Doppio frontespizio ad ambedue i volumi (il primo con titolo entro ricchissima bordura arabescata, il secondo tradizionale con i dati tipografici inquadrati da duplice filetto). Elegante legatura coeva in mezza pelle con titoli, fregi e filetti in oro al dorso. Piccole macchiette e abrasioni ai piatti; primo quaderno del primo volume un po' allentato. Piccolo alone limitato al margine inferiore di poche carte iniziali, fioriture sparse, trascurabili segni del tempo. Esemplare nel complesso genuino e in buono stato di conservazione. Rara e pregevole edizione milanese della classica traduzione di Bartolomeo Gamba del sommo capolavoro della letteratura spagnola. Si tratta probabilmente della più elegante edizione impressa in lingua italiana del romanzo cervantino. Questa traduzione, edita per la prima volta a Venezia nel 1818 ed eseguita sul testo della Reale Accademia di Madrid del 1780, è ritenuta tra le migliori mai realizzate in lingua italiana. Le illustrazioni sono basate su quelle di alcune stimate edizioni precedenti (Madrid, Ibarra, 1780; Paris, Huart, 1733; Paris, David Fills Damonneville, 1741; Paris, Didot, 1799). Bartolomeo Gamba (1766-1841), nativo di Bassano del Grappa, fu direttore della Tipografia di Alvisopoli a Venezia, bibliografo, bibliofilo, traduttore e accademico della Crusca. Cfr. Iccu.