Marco Malagoli Vecchi - Il Mediterraneo illustrato, le sue isole e le sue spiagge - 1841

MALAGOLI VECCHI MARCO.  Il Mediterraneo illustrato, le sue isole e le sue spiagge, comprendente la Sicilia, la costa di Barberia, la Calabria, Gibilterra, Malta, Palermo, Algeri, Itaca, Bona, Cartagine, Corfù, Messina, Cefalonia... Opera illustrata da sessantaquattro magnifiche incisioni in acciaio. Firenze, presso Spirito Batelli, 1841.

Cm. 28, pp. 512. Con 64 belle tavole f.t. incise finamente su acciaio (compresa l'antiporta non collocata a inizio volume, ma collocata editorialmente come 62a tavola incisa, raffigurante Kaligata nell'Isola di Cefalonia), protette da veline, di vedute di città e paesi del Mediterraneo (Gibilterra veduta da diversi lati, Algeri, Bona, le rovine di Cartagine, Zagwan, El-Jemm, El Sibhah, Burj-er-Roos, Nefta o Negeta, Sbeitlah o Sufetula, vari scorci di Tunisi, il Palazzo Doria di Genova, Benevento, Napoli, Ischia, i Campi Elisi visti dal Miseno, Pozzuoli e il Molo di Caligola, Salerno, il Convento dei Cappuccini ad Amalfi, Scilla, il castello di Cassano in Calabria, Castro Giovanni, il centro storico di Palermo nei suoi più significativi monumenti, Messina e il suo Duomo, i templi greci della Sicilia, la villa del Principe di Bagheria, Piazza, il teatro di Taornima, la Cattedrale di Siracusa, Catania, Malta e La Valletta, Corfù, Manduchio, Itaca con Bathi e le rovine del presunto palazzo di Ulisse, Rodi). Le tavole furono realizzate da incisori inglesi su disegni 'dal vivo' di William Leighton Leitch, Greenville Temple e Henry Edmund Allen. Belle testatine incise con motivi arabescati. Bellissima e perfetta legatura del tempo in mezza pelle con titoli e filetti in oro al dorso; tagli spruzzati. Fioriture sparse (anche nei margini esterni delle tavole, ma non sulle incisioni). Esemplare nel complesso ben conservato. Marco Malagoli Vecchi dichiara al frontespizio di aver redatto questa sua descrizione storico-geografica del Mediterraneo e dei paesi che su di essi si affacciano, sull'esempio di Clement Pellé (redattore della British Review e anch'egli autore di un'opera sul Mediterraneo tradotta in italiano da Guglielmo Villarosa). Malagoli Vecchi utilizzò le fonti documentali raccolte da Henry Edmund Allen, G. N. Wright, Adolfo Slade e raccolse le annotazioni e le osservazioni osservazioni sul bacino del Mediterraneo di Ville Hardouin, Chateaubriand, Reybaud, Lamartine, Michaud, Campbell, Urquhart e Poujoulat. Prima edizione, non comune da trovarsi completa di tutte le tavole. Cfr. Iccu; Fossati-Bellani, I, 144; non in Mira e Cremonini.

Altri libri per "viaggi" o "Mediterraneo"