Nicola Cavalieri - Istituzioni di architettura statica e idraulica - 1833 (con 67 tavole)

CAVALIERI SAN BERTOLO NICOLA.  Istituzioni di architettura statica e idraulica. Firenze, a spese dell'ingegnere Vittorio Bellini (tipi V. Batelli), 1833.

Due volumi di cm. 23; pp. (34) 268 (14); 430 (16) + 1 c.b. Con 67 belle tavole incise in rame fuori testo, talvolta ripiegate (35+32). Elegante legatura coeva in mezza pelle; dorso a 4 nervi con titoli e filetti in oro e fregi impresso a secco. Piatti leggermente lisi, sporadiche fioriture. Esemplare ben conservato. Nicola Cavalieri (1788-1867), matematico e ingegnere idraulico nativo di Civitavecchia, insegnò nell'Archiginnasio romano, dove fu tra i fondatori della Scuola degli Ingegneri. Terza edizione (la prima è del 1826, la seconda del 1831) di questo celebre trattato di architettura. Il primo volume tratta dei lavori di terra: costruzione, difesa e riparazione degli argini; forma, struttura e pertinenze delle strade; lavori in legname con descrizione delle diverse proprietà/caratteristiche (taglio, dimensioni, denominazioni, trasporto, conservazione, incurvamento artificiale, collocamento, congiunzioni, preservazione); ponti; dighe. Il secondo tratta dei lavori murali: pietre naturali e artefatte; volte; intonachi e pavimenti; sostegni; costruzioni marittime; macchine e manovre architettoniche; stime; occupazione di terreni campestri e fabbriche. Cfr. Iccu; Graesse, II, 92; Brunet, I, 1695.

Altri libri per "scienze" o "architettura"