Lancellotti - L'hoggidì overo il mondo non peggiore ne più calamitoso del passato - 1627

LANCELLOTTI SECONDO.  L'hoggidì overo il mondo non peggiore ne più calamitoso del passato. Venezia, appresso Giovanni Guerigli, 1627.

Cm. 17, pp. (32) 701 (1) + 1 c.b. Marchio tipografico al frontespizio. Ottima legatura coeva in piena pergamena molle con titoli ms. al dorso e tracce di legacci. Sporadiche e trascurabili arrossature. Esemplare ben conservato. Secondo Lancellotti (1583-1643), scrittore perugino di buona fama, sostenne in quest'opera la superiorità degli storici moderni sugli antichi, tesi ribadita in altre opere e che ben si allineava al suo spirito arguto e anticonformista che gli procurò non pochi guai e persecuzioni.Così Piantanida (51): “Opera famosa, assai significativa nella polemica per la superiorità dei moderni sugli antichi, ricca di giudizi curiosi ed interessanti sulla mentalità del secolo e di riferimenti a problemi di critica e polemica letteraria” e Gamba (1954): “È scritta l'opera con le esagerazioni del secolo, ma è dottae ingegnosa, e come tale òodata da Gabriele Naudè, dal Bayle ecc.” Terza edizione, uscita quattro anni dopo e dai medesimi torchi dell'originale. Cfr. anche Iccu; Graesse, IV, p. 93.

COD. (N23)

Altri libri per "storia" o "letteratura"