Diritto romano: Johann Brunnemann - Commentarius in Pandectarum libros - 1780

BRUNNEMANN JOHANN.  Commentarius in Pandectarum libros quinquaginta... Editio prima neapolitana. Neapoli, Antonii Cervonii , 1780.

Quattro volumi di cm. 24,5, pp. xvi, 2076 complessive, a numerazione continua. Legatura coeva in mezza pelle, dorso a 5 nervi con filetti dorati. Antichi timbretti di biblioteca privata. Dorsi un po' screpolati con piccole mende alle cuffie, piatti a tratti legg. lisi, sottili fenditure a 3 cerniere, lievi ed uniformi fioriture, naturali nella carta napoletana del tempo, peraltro nel complesso esemplare in buono stato di conservazione. Johann Brunnemann (1698-1672), giureconsulto tedesco, fu professore a Francoforte sull'Oder e dal 1664 consigliere del Principe Elettore del Brandeburgo. Dopo alcuni scritti d'esordio di carattere processualistico si dedicò alla compilazione dei commentari a Codex e Digesto, caratterizzati da uno stile pratico più che storico filologico. Secondo Franz Wieacker (Storia del diritto privato moderno, Milano, 1980, p. 327) questi commentari "rappresentano un caratteristico momento di passaggio dallo stile esegetico a quello sintetico-pratico nell'esposizione sistematica del diritto vigente". Cfr. Iccu e per altre edizioni Sapori.