Galiani - Dei doveri dei principi neutrali verso i principi guerreggianti - 1782 (prima edizione)

GALIANI FERDINANDO.  De' doveri de' principi neutrali verso i principi guerreggianti, e di questi verso i neutrali, libri due. S.n.l. [ma Napoli], 1782.

Cm. 24,5, pp. xii, 510. Alcune belle testatine e graziosi capilettera xilografici. Bella e solida legatura coeva in piena pergamena rigida con titoli in oro al dorso e tagli spruzzati. Salvo qualche lieve e sporadica brunitura, esemplare di non comune freschezza e ottimamente conservato, privo delle consuete fioriture della carta napoletana del tempo. Stampato su carta forte e ancora ad ampi margini. Ferdinando Galiani (1728-1787), originario di Chieti fu tra i principali economisti europei del Settecento. Questo interessantissimo trattato fu intrapreso dall'Autore su espresso incarico di Ferdinando IV e del governo napoletano ("irresistibile comando", lo definisce lo stesso Galiani nella premessa). A giudizio di Benedetto Croce, che recensì una riedizione del testo stampata nel 1942, Galiani vi sostenne l'esatto contrario del suo credo politico ed è proprio nella lettura ‘a paradigma negativo' che si trova l'espressione più veridica dell'opera. Essa è divisa in due libri: nel primo si tratta dei doveri degli Stati neutrali con particolare riferimento al commercio; nel secondo vengono definite le norme relative alla ‘Ragion di Stato'. Rarissima prima edizione (si segnalano solo 3 ‘passaggi' in aste internazionali dal 1952 ad oggi). Per il nome dell'Autore, Ferdinando Galiani, e il luogo di stampa, Napoli, cfr. Melzi, v. 1, p. 334. Cfr. anche Edizioni giuridiche antiche in lingua italiana, II, 2, p. 933; Catalogo Einaudi, 2328; Iccu.