Opuscoli di autori siciliani - Catania e Palermo - 1758-1768 (prime 10 annate - rara prima edizione)

DI BLASI SALVATORE (A CURA DI).  Opuscoli di autori siciliani. In Catania, presso di Gioachimo Pulejo, 1758 (per il solo primo tomo, poi Palermo, per Pietro Bentivenga, 1759-68).

Dieci volumi (corrispondenti alle prime dieci annate dell'opera) di cm. 20,5, pp. 3000 circa complessive. Con alcune belle tavole f.t. incise in rame raffiguranti tesori artistici siciliani; numeorosi alberi genealogici ripiegati f.t. Bellissimi capilettera ornati, belle testatine e finalini xilografici. Bella legatura coeva in piena pergamena rigida con titoli, filetti e ricchi fregi in oro al dorso. Tagli spruzzati. Sporadiche e lievi arrossature, qualche trascurabile e marginale macchietta. Esemplare in ottimo stato stampato su carta pregiata. Importante impresa editoriale d'interesse siciliano citata da Mira (II, 143): “uno dei primi giornali letterari di Sicilia... opera accreditata, ricercata e rara”. I volumi furono pubblicati uno ogni anno a cura di Salvatore Di Blasi. questo è l'unico stampato a Catania, gli altri 19, furono tutti stampati a Palermo, dal 1759 al 1778. Ecco alcuni opuscoli pubblicati: Fridericus de Carretto, De expulsione Ugonis de Moncada & De bello Africano; Domenico Giardina, Discorso sopra la Fata Morgana; Giambattista Odierna da Ragusa, L'equità della natura; Manuello Carusi, Discorso accademico sopra il sepolcro di S. Rosalia; Salvatore Felice Stagno, Ragionamento sopra il nascimento dell'Isola di Vulcano; Catalogo di libri stampati in Sicilia; Francesco Serio, Dissertazione istiorica del Ducato di Atene; Conte Ruggieri, Del diritto sulla conquista della Sicilia e della famiglia Normanna; Giuseppe di Gregorio, Ragionamento sulle acque acidole di Paternò; Domenico Schiavo, Relazione di tutte le antiche fabbriche rimaste nel littorale di Sicilia; Rosarius Bisso, De jurisprudentia polemica; Gaetano Sarri, Continuazione del diritto della successione reale nel Regno di Sicilia; Salvatore Paparcuri, Dissertazione fisico-matematica sopra la variazione de' venti pronosticata ventriquattr'ore prima dalle varie e diverse qualità ed effetti de' fumi di vulcano; Sonetti vari di autori siciliani; Pietro Ranzano, Memorie della vita letteraria; Antonio Carioti, Sull'antica Zecca di Scicli; Antonino Mongitore, Discorso storico della cattolica religione nel Regno di Sicilia in tempo del dominio de' Saracini; Andrea Pigonati, Topografia dell'isola di Ustica; Gaetani, Notizie storiche intorno agli antichi uffizi del Regno di Sicilia; Andrea Gallo, Dissertazione sopra un antico calice d'osso; Domenico Schiavo, Ragionamento per la erezione della pubblica libreria a Palermo; Gabriele Lancillotto, Idea di un tesoro che contenga una generale raccolta di tutte le antichità di Sicilia; Francesco Tardia, Descrizione della Sicilia; Pietro Ranzani, Opusculum de progressu felicis urbis Panormi; Francesco Pasqualino, Trattato delle api; Salvatore di Blasi, Intorno ad alcuni libri di prima stampa del secolo XV; Andrea Gallo, Ragionamento della credenza e culto de' demoni; Bernardo Bonajuto, L'Età dell'Oro. Rarissima edizione originale delle prime dieci annate dell'opera. Cfr. Iccu.

Altri libri per "arte" o "storia locale"