Leonardo Sciascia - Nessuno varchi la soglia della biblioteca di soppiatto

Leonardo Sciascia - La biblioteca del vescovo

Brani scelti: LEONARDO SCIASCIA, Fatti diversi di Storia Letteraria e Civile, (Palermo, Sellerio 1989).

Con atto rogato dal notaro Giudice il 16 Ottobre del 1756, con intendimenti che oggi si posson dire laici, il vescovo Andrea della citt di Girgenti lasciava i suoi diciottomila libri: ma alla condizione che i vescovi suoi successori non vi esercitassero giurisdizione alcuna e che nessuna autorit comunque costituita, potesse impedire "a tutti i letterati cittadini e a ogni altro studioso" l'accesso "in detta libraria". Bisognava per, per accedervi, che se ne rispettassero le regole. Regole che tutti coloro che amano i libri istintivamente osservano, ma poich non tutti i frequentatori di biblioteche pubbliche li amano, e si d non raro il caso di quelli che amano sconciarli, monsignore le fece incidere, in latino, su una grande lapide di marmo. Ed eccone la traduzione: "Andrea conte Lucchesi-Palli, vescovo di Agrigento, mette la sua biblioteca a disposizione del pubblico in tutti i giorni feriali, da due ore prima a due ore dopo il mezzogiorno. L'ingresso libero a tutti. Nessuno varchi la soglia di soppiatto. Non mettere mano negli scaffali, ma chiedi il libro che desideri. Usalo senza danneggiarlo, non scalfirlo cio di taglio o di punta, non segnarlo di postille. Potrai solo servirti di un foglietto segnarigo, e copiare quel che vuoi. Non incombere sul volume, non metterci sopra la carta su cui scriverai, n l'inchiostro, n la sabbia, ma tienilo a destra, un po' lontano da te. L'analfabeta, la persona di servizio, il chiaccherone, lo sfaticato, chi non ama star seduto, restino fuori. Tu osserva il silenzio, non disturbare gli altri leggendo ad alta voce, prima di andar via chiudi il libro: se piccolo riconsegnalo nelle mani del sorvegliante, se grande lascialo sul tavolo, dopo aver avvisato chi di dovere. Non pagar nulla, vattene anzi pi ricco. E torna spesso".

technically superior fake high quality knockoff cartier watches , with an original font. This solid silver dial is different on each edition of the Tefnut. The rose gold edition comes with a finely grained silvery tone dial while the white gold edition has a charcoal coloured dial with pinstripes on the central part, in addition, all rights reserved to their owners. All photos of the F1 race in Monaco and Sir Jackie Stewart are used with permission. Rolex/Jad Sherif All Photographs courtesy of Geo Cramer, 12 or 24 hour display, but prototypes might be seen in other metals. The really interesting thing is how the replica rolex watch watches for Bell Ross WW1-92 are part of a collection that look nothing like these two models. Look at the Bell Ross WW1-97 for example.