Petrus Ancharanus - Consilia sive iuris responsa - 1574

ANCHARANUS PETRUS.  Consilia sive iuris responsa Petri Ancharani iureconsulti clarissimi, nunc denuo accurata multorum locorum castigatione in communem iurisperitorum utilitatem edita ... Summarijs unicuisque Consilio adiectis, quibus res praecipue observandae brevi compendio complectuntur. Venetiis, apud Hieronymum Polum, 1574.

Cm. 31, cc. (14) 239 + 1 c.b. Bel marchio tip. a frontespizio e colophon. Affascinante legatura coeva in piena pergamena rigida con titoli ms. a dorso, piatto anteriore e taglio di piede. Piatti ricavati da codice manoscritto medievale. Rinforzo settecentesco in pergamena al dorso e integrazioni di pergamena (sempre settecentesche) al piatto anteriore. Lievi tracce d'uso alla legatura, qualche trascurabile forellino, alcuni lievi aloni marginali e sporadiche macchiette. Esemplare nel complesso genuino e in buono stato di sonservazione. Pietro d'Ancarano (1330 ca. - 1416), giureconsulto nativo di Viterbo fu allievo di Baldo degli Ubaldi e quindi professore a Bologna. Commentò le Decretali di Gregorio IX e il Libre Sextus oltre a compilare un vasto repertorio di Consilia (per approfondimenti bio-bibliografici sull'Autore si veda la voce A. scritta da Orazio Condorelli in Dizionario Biografico degli Italiani, volume 83). Raro e ricercato. Cfr. Iccu; non in Sapori.