Giovanni Pietro Ferrari - Practica illustrata copiosissimis additionibus - 1533

DE FERRARIIS IOANNES PETRUS.  Practica Jo. Pe. de Fer. Practica Papiensis excellentissimi. J.U. doc. domini Jo. Pet. de Ferra. civis Papiensis: illustrata copiosissimis additionibus. J.U. doc. domini Francisci de Curte: et do. Bernardini Landriani Medio. et aliorum in practica excellentium. Item summarijs de novo additis per J.U. doc. d. Jo. Ricium Venetum: et per eundem diligentissime emendata incipit. Lione, Martini Lescuyer impensis honesti viri Jacobi de Giunta, 1533.

Cm 20,5, cc. (12) ccli + 1 c.b. Legatura coeva in piena pelle scamosciata con titoli ms. su tass. di carta. Magnifico frontespizio con dati tipografici in rosso entro cornice architettonica (con vignetta raffigurante l'Autore in cattedra), marchio tip. in fine e numerosi capilettera xil. Antiche firme di possesso al frontespizio e 3 suggestivi leoni disegnati da mano coeva sulla sguardia finale. Forellini di tarlo perlopiù limitati alla legatura e alle carte di guardia, due piccoli forellini non inficianti all'interno, macchiette sparse (più evidenti all'ultima carta) e qualche trascurabile alone marginale. Nel complesso buon esemplare. Giovanni Pietro Ferrari (1364-1421 ca.), giureconsulto nativo di Parma, fu professore a Pavia dal 1389. Quest'importante opera, denominata anche Practica aurea e di assoluto culto nell'ambito delle numerose pratiche notarili circolate fra Trecento e Cinquecento, ebbe gran successo sia per quanto concerne l'applicazione nei tribunali, sia per la circolazione dottrinale. Edizione assai rara, non censita in Iccu e Sapori.

Altri libri per "diritto comune" o "diritto notarile"