Julius Caesar Scaliger - Poematia ad illustriss. Constantiam Rangoniam - 1546 (prima edizione)

SCALIGER JULIUS CAESAR.  Poematia ad illustriss. Constantiam Rangoniam. Lugduni, apud Godefridum et Marcellum Beringos , 1546.

Cm. 17, pp. 412 (4) [con la penultima carta bianca, spesso assente; errori nella numerazione delle pagine]. Marchio tipografico a frontespizio e colophon (due diverse versioni), alcuni graziosi capilettera xil. Legatura coeva in piena perg. molle con titoli ms. al dorso (ripetuti al taglio di piede) e due laccetti in pelle ancora preservati. Sguardie assenti, pagine lievemente ondulate, qualche carta leggermente brunita, sporadiche macchiette, forellino di pochi mm. alle primissime cc., annotazioni ms. con sbavature di colore dovute all’umidità (testo perfettamente leggibile) limitate ad alcune carte finali. Esemplare nel complesso genuino e in buono stato di conservazione. Giulio Cesare Scaligero (1484-1558), medico e letterato nativo di Riva del Garda, fu una figura di primissimo piano nel panorama culturale europeo della prima metà del XVI secolo. Dopo l’esordio dottrinale avvenuto nel 1531 con un scritto diretto contro il Ciceronianus di Erasmo, Scaligero scrisse di grammatica e di botanica, ottenendo fama e reputazione negli ambienti scientifici. Questa quarta raccolta di versi latini è qui presentata nell’edizione originale lionese. Non comune. Cfr. Kvk.