Plinius - Epistolarum libri decem - Lugduni 1539

PLINIUS CAECILIUS SECUNDUS GAIUS.  Epistolarum libri decem. Reliqua pagellae sequentis elenchus commonstrabit. Lugduni, apud Seb. Gryphium, 1539.

Cm. 15,5, pp. 535 (1). Bel marchio tip. a frontespizio e colophon, graziosi capilettera xilografici. Solida legatura ottocentesca in mezza pergamena con titoli ms. al dorso. Antiche firme di possesso al frontespizio, qualche annotazione di mano coeva, arrossature sparse e qualche trascurabile alone marginale, peraltro nel complesso buon esemplare. Caio Plinio Cecilio Secondo (61-113?), scrittore di origini comasche, fu il nipote di Plinio il Vecchio. Cresciuto dottrinalmente nella scuola di Quintiliano fu grande amico di Tacito, si dedicò alla storia e soprattutto alla carriera politica, prima come senatore e poi come governatore. Questo celebre epistolario, suddiviso in nove libri, consta di 247 lettere inviate a 105 destinatari diversi. La presente edizione raccoglie nel libro decimo il carteggio con Traiano composto da 122 lettere. In appendice troviamo altre opere di Plinio: il Panegirico di Traiano, il De viris illustribus e altre opere minori. Cfr. Baudrier, VIII, 124; Iccu; Kvk.