Le guerre di religione in Francia nel Cinquecento: Raccolta d'alcune scritture - Vicenza 1594

Raccolta d'alcune scritture publicate in Francia nel principio de gli ultimi moti di quel regno dal 1585 sino all'anno 1593. In Bergamo, per Comin Ventura et ristampata in Vicenza, per Giorgio Greco , 1594.

Cc. (4) 203 + 1 c.b.; 124 [Dichiarazione del Navarro contra la convocatione fatta nella città di Parigi, per il duca d'Umena]. Unito a: (MATTHIEU PIERRE). Discorso veridico, e senza passione sopra la presa d'arme, et mutamento avvenuto nella città di Lione; per la conservatione di coloro, che militano sotto l'ubidienza della santa unione, & della corona di Francia. Il 18 giorno di settembre 1593. Con la propositione fatta a Monsignor il duca di Nemurs, per lo Consiglio. Et la rinovatione del giuramento dell'unione, con li articoli della suspension d'arme per la citta di Lione. Tradotto dal francese per Cesare Campana. In Vicenza, per Giorgio Greco, 1593. Cc. 14 + 1 c.b. Due opere in un volume di cm. 15. Bei marchi tip., numerosi capilettera, testatine e finalini xil. Graziosa leg. in perg. pergamena antica riadattata con titoli, filetti e fregi in oro al dorso; titoli ms. al taglio di piede. Antica firma di possesso ms. al front., qualche sporadica e trascurabile macchietta. Esemplare fresco e ben conservato. Importante raccolta di testi politici raccolti su iniziativa del celebre editore bergamasco Comino Ventura, che si proponeva di realizzare una vera e propia storia dei moti di Francia. "L'interesse di questo testo non sta tanto nella decisione di divulgare le scritture in quanto tali, poiché in Italia arrivavano certamente non solo echi, avvisi, informazioni e relazioni su di una guerra ormai assai lunga e tragica, tali da suscitare e mantenere vivo l'interesse anche di una cultura e di un editore di provincia, ma anche alcune delle innumerevoli pubblicazioni prodotte in Francia dalle diverse parti politiche: le dichiarazioni, le proteste, le suppliche, gli editti, di parte regia, di parte ugonotta, dei parlamenti, dei cattolici "politici", dei cattolici Ligueurs. Ho sintetizzato qui le posizioni principali, ma questi testi erano prodotti anche da singoli soggetti politici di diverso rilievo: predicatori, diplomatici, spie, truffatori, ma anche, ad esempio, il re di Spagna ed i nunzi pontifici, le cui espressioni, ufficiali o ufficiose, furono all'epoca pubblicate in Francia ... L'originalità - direi quasi la modernità - del suo lavoro sta piuttosto nel criterio editoriale: nell'aver voluto comporre i documenti in una raccolta, che per di più, nella scelta e collocazione dei testi, rappresentasse oggettivamente le diverse posizioni, anche se esasperate, anche se manifestamente ugonotte, salvo qualche ritocco laddove le espressioni potessero risultare offensive" (Pier Maria Soglian, Un editore di confine e i trubles di Francia, Bergamo, 2005). Cfr. Iccu e per l'individuazione dell'A. della seconda opera, Barbier. Dictionnaire des ovrages anonymes, I, col. 1050.