Luigi Pivi - Studio d'artista, un bibliodipinto nel dipinto - 1970 circa (olio su tela)

LUIGI PIVI.  Studio d'artista, un dipinto nel dipinto. 1970 circa (la seconda cifra della data coperta dalla cornice).

Cm. 40 x 50 (cm. 54,5 x 64,5 con elegante cornice lignea del tempo). Olio su tela. Firmato e datato “Pivi L. 7[?]” in basso a destra. Ottimo stato di conservazione. Certificato di galleria. Quest'intrigante e raffinata opera novecentesca racconta uno scorcio di studio d'artista, con cavalletto, tavolozza, straccio e dipinto, raffigurante una classica natura morta con vecchi libri e brocca. Interessante ed evocativa è l'idea di inserire un dipinto nel dipinto, soluzione pittorica già sperimentata nei secoli passati e oggi molto veicolata grazie ai lavori metafisici di Antonio Nunziante. Non si conoscono i dettagli biografici dell'artista, verosimilmente di origine emiliana. Fu attivo a Torino nella seconda metà del Novecento e si dedicò, sempre fedele a uno stile realista, alla natura morta, ai mestieri e alle vedute animate di mercati cittadini, tema a cui dedicò un ciclo di lavori realizzati tra il 1975 e il 1978 (ndr sono documentabili fotograficamente numerose opere realizzate da Pivi tra il 1956 e il 1985; il suo primo dipinto raffigura un paesaggio lacustre, risale al Settembre 1956 e fu eseguito su uno straccio da cucina).