Cesare Pavese - Bisogna amare la propria attivitÓ

Cesare Pavese - Bisogna amare la propria attivitÓ

Brani scelti: CESARE PAVESE, Il mestiere di vivere (Torino, Einaudi 1952).

In nessuna attività è buon segno se all'inizio c'è la smania di riuscire - emulazione, fierezza, ambizione, ecc. - Si deve cominciare ad amare la tecnica di ciascuna attività per se stessa, come si ama di vivere per vivere. Solo questa è vera vocazione e pegno di seria riuscita. In seguito potranno venire tutte le passioni sociali immaginabili a rimontare il puro amore della tecnica - è debito che vengano anzi - ma cominciare da loro è indizio di scioperataggine.

Bisogna insomma amare un'attività, come se non ci fosse nessun altro al mondo, per se stessa. Per questo il momento significativo è quello degli inizi: perché allora è come se il mondo (passioni sociali) non esistesse ancora rispetto a quest'attività. Anche perché sono tutti capaci a innamorarsi di un lavoro che si sa quanto renda; difficile è innamorarsi gratuitamente.