Cesare Pavese - Si odia ci˛ che si teme

Cesare Pavese - Si odia ci˛ che si teme

Brani scelti: CESARE PAVESE, Il mestiere di vivere (Torino, Einaudi 1952).

Si odia ciò che si teme, ciò quindi che si può essere, che si sente di essere un poco. Si odia se stessi. Le qualità più interessanti e fertili di ciascuno, sono quelle che ciascuno più odia in sé e negli altri.

Perché nell'odio c'è tutto: amore, invidia, ignoranza, mistero e ansia di conoscere e possedere. L'odio fa soffrire. Vincere l'odio è fare un passo nella conoscenza e padronanza di sé, è giustificarsi e quindi cessare di soffrire.