Dante Alighieri - Divina Commedia, Inferno, Canto XI

Brani scelti: DANTE ALIGHIERI, La Divina Commedia, Inferno, canto XI.

[Canto undecimo, nel quale tratta de' tre cerchi disotto d'inferno, e distingue de le genti che dentro vi sono punite, e che quivi pi che altrove; e solve una questione.]

In su l'estremit d'un'alta ripa
che facevan gran pietre rotte in cerchio,
venimmo sopra pi crudele stipa;

e quivi, per l'orribile soperchio
del puzzo che 'l profondo abisso gitta,
ci raccostammo, in dietro, ad un coperchio

d'un grand' avello, ov' io vidi una scritta
che dicea: 'Anastasio papa guardo,
lo qual trasse Fotin de la via dritta'.

Lo nostro scender conviene esser tardo,
s che s'ausi un poco in prima il senso
al tristo fiato; e poi no i fia riguardo.

Cos 'l maestro; e io Alcun compenso,
dissi lui, trova che 'l tempo non passi
perduto. Ed elli: Vedi ch'a ci penso.

Figliuol mio, dentro da cotesti sassi,
cominci poi a dir, son tre cerchietti
di grado in grado, come que' che lassi.

Tutti son pien di spirti maladetti;
ma perch poi ti basti pur la vista,
intendi come e perch son costretti.

D'ogne malizia, ch'odio in cielo acquista,
ingiuria 'l fine, ed ogne fin cotale
o con forza o con frode altrui contrista.

Ma perch frode de l'uom proprio male,
pi spiace a Dio; e per stan di sotto
li frodolenti, e pi dolor li assale.

Di volenti il primo cerchio tutto;
ma perch si fa forza a tre persone,
in tre gironi distinto e costrutto.

A Dio, a s, al prossimo si pne
far forza, dico in loro e in lor cose,
come udirai con aperta ragione.

Morte per forza e ferute dogliose
nel prossimo si danno, e nel suo avere
ruine, incendi e tollette dannose;

onde omicide e ciascun che mal fiere,
guastatori e predon, tutti tormenta
lo giron primo per diverse schiere.

Puote omo avere in s man volenta
e ne' suoi beni; e per nel secondo
giron convien che sanza pro si penta

qualunque priva s del vostro mondo,
biscazza e fonde la sua facultade,
e piange l dov' esser de' giocondo.

Puossi far forza ne la detade,
col cor negando e bestemmiando quella,
e spregiando natura e sua bontade;

e per lo minor giron suggella
del segno suo e Soddoma e Caorsa
e chi, spregiando Dio col cor, favella.

La frode, ond' ogne coscenza morsa,
pu l'omo usare in colui che 'n lui fida
e in quel che fidanza non imborsa.

Questo modo di retro par ch'incida
pur lo vinco d'amor che fa natura;
onde nel cerchio secondo s'annida

ipocresia, lusinghe e chi affattura,
falsit, ladroneccio e simonia,
ruffian, baratti e simile lordura.

Per l'altro modo quell' amor s'oblia
che fa natura, e quel ch' poi aggiunto,
di che la fede spezal si cria;

onde nel cerchio minore, ov' 'l punto
de l'universo in su che Dite siede,
qualunque trade in etterno consunto.

Vittorio Gassman commenta e recita il canto XI dell'Inferno

technically superior fake high quality knockoff cartier watches , with an original font. This solid silver dial is different on each edition of the Tefnut. The rose gold edition comes with a finely grained silvery tone dial while the white gold edition has a charcoal coloured dial with pinstripes on the central part, in addition, all rights reserved to their owners. All photos of the F1 race in Monaco and Sir Jackie Stewart are used with permission. Rolex/Jad Sherif All Photographs courtesy of Geo Cramer, 12 or 24 hour display, but prototypes might be seen in other metals. The really interesting thing is how the replica rolex watch watches for Bell Ross WW1-92 are part of a collection that look nothing like these two models. Look at the Bell Ross WW1-97 for example.