Friedrich Nietzsche - Chi teme il giudizio altrui

Friedrich Nietzsche - Chi teme il giudizio altrui

Brani scelti: FRIEDRICH NIETZSCHE, Umano troppo umano, 1878.

Chi sta sempre a orecchiare come egli venga giudicato, ha sempre dispiaceri. Perch noi veniamo giudicati falsamente gi da quelli che ci stanno pi vicini (che ci conoscono meglio). Anche i buoni amici lasciano sfuggire talvolta in una parola invidiosa la loro discordanza; e sarebbero nostri amici se ci conoscessero esattamente? I giudizi degli indifferenti fanno molto male, perch suonano cos imparziali, quasi oggettivi. Ma se ci accorgiamo poi che qualcuno che ci nemico ci conosce, in un punto tenuto segreto, cos bene come ci conosciamo noi stessi, com' grande allora il nostro dispetto!