Giuseppe Ungaretti - O notte

Giuseppe Ungaretti - O notte

Poesie scelte: GIUSEPPE UNGARETTI, O notte, 1919.

Dall'ansia ampia dell'alba
svelata arboratura

secco tormento di allibiti abbandoni

foglie sorelle foglie
ascolta il tuo lamento

risalgo la strada
predata dai venti

Autunni
moribonde dolcezze

O giovent
appena l'ora del distacco
e gi dilegui.

O giovent
folta stagione

Alti cieli della giovent
paese limpido
libera calma

Et remota

perso in questa curva malinconia
la morte sperde le lontananze.