Hegel - L'uomo che si isola rinuncia al suo destino

Hegel - L'uomo che si isola rinuncia al suo destino

Brani scelti: GEORG WILHELM FRIEDRICH HEGEL, Scienza della logica, 1812.

L'uomo che si isola rinuncia al suo destino, si disinteressa del progresso morale. Parlando in termini morali, pensare solo a s la stessa cosa che non pensarci affatto, perch il fiore assoluto dell'individuo non dentro di lui; nell'umanit intera. [...] Non si adempie il dovere, come spesso si portati a credere e come ci si vanta di fare, confidandosi tra le vette dell'astrazione e della speculazione pura, vivendo una vita da anacoreta; non vi si adempie con i sogni ma con gli atti, atti compiuti nella societ e per essa.