Hermann Hesse - Tenere a se stessi

Hermann Hesse - Tenere a se stessi

Brani scelti: HERMANN HESSE, Il coraggio di ogni giorno (Milano, Mondadori 1998).

C'č una virtł che molto amo, l'unica. Essa ha nome tenacia. Delle molte virtł di cui leggiamo nei libri e di cui sentiamo parlare i maestri non so che farmene. E, d'altro canto, tutte le molte virtł che l'uomo si č inventato potrebbero essere raccolte sotto un'unica denominazione. Virtł significa obbedienza. Solo che c'č da chiedersi a chi si obbedisce. Anche la tenacia, infatti, č obbedienza. Ma tutte le altre virtł, tanto amate e lodate, sono obbedienza a leggi che sono state imposte da uomini; soltanto la tenacia non si inchina a queste leggi. Chi č tenace obbedisce infatti a un'altra legge, una legge particolare, assoluta, ente sacra, la legge che ha in se stesso, il "tenere a se stesso".