Marcel Proust - Il solo vero viaggio sarebbe quello di avere occhi diversi

Marcel Proust - Il solo vero viaggio sarebbe quello di avere occhi diversi

Brani scelti: MARCEL PROUST, La prigioniera, (Alla ricerca del tempo perduto, 1923).

Il solo vero viaggio, il solo bagno di giovinezza, non sarebbe quello di andare verso nuovi paesaggi, ma di avere occhi diversi, di vedere l'universo con gli occhi di un altro, di cento altri, di vedere i cento universi che ciascuno di essi vede, che ciascuno di essi è; e questo è possibile con un Elisir, un Vinteuil,  con i quali - e con i loro pari - noi voliamo veramente di stella in stella.