"Pinocchio in Benedetto Croce" di Giuseppe Cantele

Benedetto Croce

Tra il 1903 e il 1904 Benedetto Croce scrisse i suoi "Saggi critici" su "La letteratura della nuova Italia", cio quella letteratura fiorita dopo il 1860, vale a dire dopo l'auspicato compimento dell'unit della Nazione. L'opera, pubblicata in cinque volumi da Giuseppe Laterza, conobbe vasta fortuna e non manc di suscitare ampio ed elevato dibattito.

Tra i vari saggi trova spazio un breve ma significativo scritto di quattro pagine e poche righe: Pinocchio. Poche righe, che sotto il profilo della critica letteraria possono anche lasciare tutto invariato, com'ebbe a dire nel 1954 Luigi Volpicelli, ma che valsero al gi famoso burattino la patente di personaggio della letteratura italiana. Pinocchio innalzato tra i grandi perch non solo prodotto pedagogico, tappa tra le tante di una considerevole letteratura per bambini, ma piace agli adulti e piace perch, a dirla col Croce " un libro umano, e trova le vie del cuore." E nemmeno Guido Gozzano, il grande e ancora poco amato poeta tardo-crepuscolare, trascura di citare ne "La Signorina Felicita" ovvero "Della Felicit", Pinocchio, che diviene metafora dell'io narrante e dell'intera umanit nella misura in cui questa composta di tanti Pinocchi:

la canzone d'un grillo canterino
mi diceva parole, a poco a poco,
e vedevo Pinocchio e il mio destino...

Da allora molto si scritto e detto sul burattino di Carlo Lorenzini, basti pensare ai titoli dei brani di critica letteraria sull'argomento: Il paese di Pinocchio, Il padre di Pinocchio, Il cuore di Pinocchio, La funzione catartica del comico in Pinocchio, e cos via. E come non bastasse l'analisi puntigliosa di ambienti, tempi, comportamenti del burattino, c' chi ha parlato di un Collodi regionalista, chi ha fondato un progetto di sistema educativo sulla vita elementare descritta nella favola, o chi ha letto le avventure di Pinocchio in chiave politica. A tal proposito il Croce stesso riporta un significativo brano del Pancrazi, forse l'iniziatore del filone politico del Pinocchio per adulti, il quale afferma: "Non ridete; ma dietro Pinocchio io rivedo la piccola Italia onesta di Re Umberto". Dimenticava il Pancrazi che quella piccola Italia onesta ha ucciso il suo Re?

Non manc nemmeno chi, adombrando l'ipotesi di una lettura in chiave marcatamente religiosa, addit Pinocchio di sanfedismo o chi scomod paragoni con l'impianto della Divina Commedia dantesca.

Saltano agli occhi con facilit le aberranti enfatizzazioni e strumentalizzazioni.

Molto pi semplicemente, giova non poco tornare alle brevi e forse trascurate note crociane, ove si parla di vie del cuore, di umana debolezza, di dirittura morale, di gratitudine, di commozione, di furberia, di forza morale della bont. Questo Pinocchio, senza enfasi assurde, e questo suo affondare le radici nella coscienza popolare il segreto della sua fortuna, al di l e al di sopra di ogni retorica, nella quale comunque il Collodi non fa mai cadere il burattino, a volte generoso e credulone, spesso falso e bugiardo, sempre e comunque vero.

Giuseppe Cantele

technically superior fake high quality knockoff cartier watches , with an original font. This solid silver dial is different on each edition of the Tefnut. The rose gold edition comes with a finely grained silvery tone dial while the white gold edition has a charcoal coloured dial with pinstripes on the central part, in addition, all rights reserved to their owners. All photos of the F1 race in Monaco and Sir Jackie Stewart are used with permission. Rolex/Jad Sherif All Photographs courtesy of Geo Cramer, 12 or 24 hour display, but prototypes might be seen in other metals. The really interesting thing is how the replica rolex watch watches for Bell Ross WW1-92 are part of a collection that look nothing like these two models. Look at the Bell Ross WW1-97 for example.