Jean Faure - Lectura super quatuor libros Institutionum - Lyon 1522 (rarissimo post-incunabolo)
 2000
richiesta informazioni

Jean Faure - Lectura super quatuor libros Institutionum - Lyon 1522 (rarissimo post-incunabolo)

FABER JOANNES (RUNCINUS).  Lectura super quatuor libros Institutionum multorum doctorum et nuperrime domini Joannis de Gradibus. S.n. (Lyon, Jacques Sacon), 1522.

Cm 40,5, cc. 157 (15). Frontespizio in rosso e nero. Testo in carattere semi-gotico, bei capilettera xilogafici. Affascinante legatura coeva in piena pergamena ricavata da antico codice tardo-medievale con dorso a 4 nervi. Minime mende alla legatura, traccia di due antiche etichette di possesso al frontespizio (che presenta una brunitura marginale, un rinforzo e mancanze nella parte alta), aloni sparsi perlopiù e marginali (più evidenti nelle carte iniziali e finali), sporadiche macchiette, segni di tarlo limitati al margine bianco di alcune carte. Esemplare più che discreto alla luce dell'alta epoca. Jean Faure (1275ca.-1340), detto Joannes Roncinus, fu giureconsulto francese di considerevole fama ed autorità. Dedicatosi ben presto all'opera d'attualizzazione del diritto romano, scrisse questo celebre commento alle Istituzioni giustinianee e un Breviarium al Codex . Tiraqueau, du Moulin e Boerius lo definirono rispettivamente "vir apud nos maxime autoritatis", "subtilissimus et consumatissimus juris doctor" e "summum Franciae Consuetudinarium" (cfr. Taisand, Les vies des plus celebres jurisconsultes, ed. 1737, pp. 181-82); in definitiva Faber va inserito a pieno titolo fra gli eredi della grande tradizione degli Ultramontani. Oltre che creatore di dottrina fu, così riportano le antiche biografie, impegnato come giudice e, notizia su cui peraltro sussistono dubbi, come cancelliere di Francia. L'opera appare fondata sulle dottrine di Azzone, Dino del Mugello, Guido da Baisio, Innocenzo IV, Enrico da Susa (ed ovviamente Jacobus de Ravanis) e va cronologicamente inserita nel contesto storico-culturale immediatamente pre-bartoliano. Rarissima edizione lionese, non censita in Iccu e nei principali repertori di biblioteche internazionali. Cfr. Pettegree-Walsby, French books.

 2000
richiesta informazioni

Altri libri per "diritto" o "diritto comune"

technically superior fake high quality knockoff cartier watches , with an original font. This solid silver dial is different on each edition of the Tefnut. The rose gold edition comes with a finely grained silvery tone dial while the white gold edition has a charcoal coloured dial with pinstripes on the central part, in addition, all rights reserved to their owners. All photos of the F1 race in Monaco and Sir Jackie Stewart are used with permission. Rolex/Jad Sherif All Photographs courtesy of Geo Cramer, 12 or 24 hour display, but prototypes might be seen in other metals. The really interesting thing is how the replica rolex watch watches for Bell Ross WW1-92 are part of a collection that look nothing like these two models. Look at the Bell Ross WW1-97 for example.