Bernhard Windscheid - Diritto delle Pandette - 1930

WINDSCHEID BERNHARD.  Diritto delle Pandette. Traduzione dei professori Carlo Fadda e Paolo Emilio Bensa con note e riferimenti al diritto civile italiano. Torino, Utet, 1930.

Cinque volumi di cm. 22,5, pp. 4.000 ca. complessive. Legatura editoriale in piena tela rigida. Sporadiche annotazioni a matita. Esemplare ottimamente conservato. Bernhard Windscheid (1817-1892) fu il principale esponente della Pandettistica tedesca; le sue Pandette gli garantirono un'autorità senza pari. Così Franz Wieacker (Cfr. Storia del diritto privato moderno, Milano, 1980, II, p. 145): “Opera principale di W. rimangono tuttavia le Pandette. Esse divennero in breve la riconosciuta autorità scientifica per la prassi giuridica. Questo loro ruolo eccezionale era dovuto al fatto che, in mancanza di una codificazione, il manuale del W. rappresentava l'ultima istanza scientifica per la prassi del Diritto comune... In tal modo potè concentrarsi nel rinomato manuale di Pandette una somma di autorità che oggi si riparte su fattori di diversa natura: la legge, la Corte suprema, il grande commentario, il manuale”. I tre volumi dell'opera di Windscheid seguono il seguente ordine espositivo: Del diritto in genere; Dei diritti in genere; Diritto delle cose; Diritto delle obbligazioni, Diritto di famiglia e Diritto successorio. Gli ultimi due volumi contengono le note di Fadda, Bensa e Bonfante. Non comune e sempre assai ricercato. Cfr. Iccu.