Eugenio Montale - Ossi di Seppia - Carabba 1941 (rara quarta edizione - tiratura di 920 esemplari)

MONTALE EUGENIO.  Ossi di Seppia. Lanciano, Editore R. Carabba, 1941 (30 Giugno).

Cm. 19, pp. (8) 158 (2) Brossura editoriale in soli 2 colori (rosso e nero) con il medesimo design di Scipione (cavalluccio marino) al piatto anteriore così come nella terza edizione. Tiratura di 920 esemplari numerati, timbrati e firmati dal notaio Carlo Mariani (nostro esemplare numero 775). Tassello del prezzo ancora presente e applicato sul piatto posteriore. Firma di possesso del tempo alla prima bianca. Brossura professionalmente rinforzata in pochi punti. Trascurabili macchiette alla prima bianca e al colophon. Esemplare nel complesso fresco e ben conservato. “Quarta edizione non autorizzata, pubblicata il 16 Luglio. In realtà di tratta di una ricopertinatura della terza edizione, con nuove pagine di referenza. L'editore cercò di attribuirle una dignità di nuova edizione facendo autenticare e firmare l'intera tiratura dal notaio Carlo Mariani. Edizione condizionata dalle difficoltà economiche attraversate in quel momento dall'editore... Quotazioni vicine ai 1000 euro” (cfr. Gambetti-Vezzosi, Rarità bibliografiche del Novecento italiano, p. 549). Montale riconobbe implicitamente come quarta edizione (la terza fu stampata nel 1931 presso i medesimi torchi di Carabba) in quanto la successiva uscì nel 1942 (Torino, Einaudi) con l'indicazione di quinta edizione. Raro, tiratura di 920 esemplari numerati. Cfr. Iccu.