Un capolavoro del Novecento: Hermann Hesse - Il lupo della steppa - 1946 (prima edizione italiana)

HESSE HERMANN.  Il lupo della steppa. Milano, Arnoldo Mondadori editore, 1946 (Ottobre).

Cm. 19,5, pp. 233 (7). Brossura editoriale. Firma di possesso alla prima carta bianca, minimi segni del tempo al dorso, ordinaria patina del tempo all estremità delle pagine. Esemplare nel complesso in buono stato di conservazione. Il lupo della steppa (titolo originale: Der Steppenwolf, 1927) è un romanzo dello scrittore svizzero-tedesco Hermann Hesse (1867-1962). Combina elementi autobiografici a fantastici e psicoanalitici (era il periodo in cui Hesse frequentava con assiduità le sedute terapeutiche del dottor J.B.Lang, un allievo di Carl Gustav Jung; riflette il momento di profonda crisi spirituale vissuto dall'autore negli anni venti: rappresenta al contempo un atto d'accusa alla borghesia dominante la società, vista da Hesse come una struttura ipocrita, chiusa e limitante la libertà dello spirito. Non comune e ricercata prima edizione italiana, traduzione di Ervino Pocar. Collana Medusa, vol. 178. Cfr. Iccu.

Altri libri per "letteratura" o "letteratura straniera"