Lewis Carroll - Alice nel paese delle meraviglie & Alice nel paese dello specchio - Milano 1913

CARROLL LEWIS.  Alice nel paese delle meraviglie [ - Alice nel paese dello specchio]. Milano, Istituto Editoriale Italiano (Biblioteca dei ragazzi nr. 5), 1913.

Cm. 18, pp. 266 (6). Testatine, fregi, finalini e vignetta al frontespizio di Duilio Cambellotti; 10 belle tavole a colori f.t. di Riccardo Salvadori (Piacenza 1886 - Milano 1927). Legatura editoriale in tela decorata, titoli in oro con gigli incisi al piatto anteriore. Piccole macchiette al piatto posteriore, sporadiche fioriture, peraltro nel complesso esemplare ben conservato. Questa fortunata edizione milanese contiene due testi: "Alice nel paese delle meraviglie" e "Alice nel paese dello specchio", che pur essendo stato pubblicato successivamente, viene in questo caso anteposto. “Alice nel paese della meraviglie, pubblicato nel 1865, nacque per caso, dai racconti che l'autore improvvisava per tre sue piccole amiche, le sorelline Liddel, a una delle quali, Alice, il libro è dedicato. Il valore particolare del libro, capolavoro della letteratura infantile, sta nella leggera follia, nell'estro bizzarro che dominano paesaggi, animali, persone, cose. Lo scrittore, profondo conoscitore della psicologia dei bambini, ha compiuto il miracolo di trasportarsi nella loro anima, vedendo le cose con la loro mentalita' spregiudicata, libera, spesso spietata verso i convenzionalismi, i pregiudizi, le tradizioni della societa” (cfr. Maria Tibaldi Chiesa, in Dizionario Bompiani delle opere, 1959: vol. I, pp. 77-78). Esemplare mancante, come nella stragrande maggioranza dei casi, della sovraccopertina grigia e non illustrata, identica in tutte le opere della collana. Verosimilmente prima traduzione italiana limitatamente ad Alice nel paese dello specchio, nonché seconda edizione italiana di Alice nel paese delle meraviglie nella traduzione anonima, ma attribuibile a Silvio Spaventa Filippi (1871-1931), celebre direttore del Corriere dei Piccoli. Cfr. Iccu.