L'opera fondamentale di Arthur Schopenhauer: Il mondo come volontÓ e rappresentazione - Bari 1914

SCHOPENHAUER ARTHUR.  Il mondo come volontÓ e rappresentazione. Bari, Laterza, 1914-16.

Due volumi di cm. 22, pp. xxxvi, 207 (5) + 12 di cat. edit.; 312 (4) +12 di cat. edit. Brossura editoriale ornata. Piccola mancanza alla aprte alta dei dorsi, trascurabili macchiette alla brossura, traccia di annotazione manoscritta al primo frontespizio, alcune sottolineature a matita, peraltro esemplare nel complesso in buono stato di conservazione. Il mondo come volontà e rappresentazione (Die Welt als Wille und Vorstellung, prima edizione 1819) è l'opera fondamentale di Arthur Schopenhauer (1788-1860), filosofo tedesco che influenzerà fortemente il pensiero di Friedrich Nietzsche e successivamente di Sigmund Freud e Carl Gustav Jung. La prima edizione dell'opera ebbe pochissimo successo, tant'è vero che gran parte delle copie stampate finì al macero. Questa seconda traduzione italiana (qui in prima edizione), curata da Paolo Savj-Lopez, fu stampata dopo circa 100 anni dall'uscita dell'editio princeps. La prima traduzione italiana uscì invece a Perugia nel 1913 a cura di Nicola Palanga ed è considerata meno autorevole della seconda stampata da Laterza. Non comune e piuttosto ricercato. Cfr. Iccu.

Altri libri per "filosofia" o "letteratura straniera"