Un grande classico dell'Ottocento: Alessandro Manzoni - Tragedie ed altre poesie - Firenze 1827

MANZONI ALESSANDRO.  Tragedie ed altre poesie con l' aggiunta di alcune prose sue e di altri. Edizione seconda fiorentina. Firenze, Tipografia all'Insegna di Dante, 1827.

Cm. 16, pp. 554, (2). Piccolo ritratto di Dante al frontespizio. Bella legatura coeva in mezzo marocchino rosso; dorso a 4 nervi con titoli ed eleganti fregi in oro. Qualche sporadica e trascurabile arrossatura, peraltro esemplare ottimamente conservato. Stimata edizione fiorentina delle tragedie e delle poesie manzoniane. Comprende: Il Conte di Carmagnola, Adelchi, Discorso sopra alcuni punti della storia Longobardica in Italia, poesie varie (In morte di Carlo Imbonati e Urania), Inni sacri (Natale, Passione, Risurrezione, Pentecoste, Nome di Maria, Cinque Maggio), il saggio di Goethe sul Conte di Carmagnola, l'analisi dell'Adelchi compiuta da Fauriel, Lettre sur l'unité de lieu et de temps dans la tragédie. Cfr. Iccu; Vismara, nr. 283; Salveraglio, nr. 181.