Lodovico Bianchini - Principi della scienza del ben vivere sociale e della economia pubblica - 1855

BIANCHINI LODOVICO.  Principi della scienza del ben vivere sociale e della economia pubblica e degli stati. Napoli, dalla Stamperia Reale, 1855.

Cm. 25,5, pp. xii, 404. Legatura coeva in mezza pelle con titoli e filetti in oro al dorso. Trascurabili e sporadiche fioriture. Esemplare ben conservato. Lodovico Bianchini (1803-1871), economista napoletano, fu uomo politico e alto funzionario della monarchia borbonica. Così la voce B. (DBI, X, p. 211) a proposito di quest’opera: “Era una specie di storia economica generale e di storia delle dottrine economiche, nella quale venivano ripresi in più ampio quadro alcuni motivi già manifesti nello svolgimento delle precedenti opere economico-storiche. Per quanto attiene alla storia economica sono evidenti gli apporti di opere straniere, a partire dal Raynal, col quale non si manca tuttavia di polemizzare; soprattutto si insiste, però, in polemica con le scuole liberiste "francesi ed inglesi", nella connessione tra economia, politica e pubblica amministrazione, e in tale quadro si esalta la "scuola italiana", a partire addirittura dal Serra e poi dal Genovesi al Galiani e al Verri, non solo per aver precorso alcuni concetti economici dei quali si dava vanto a Smith, a Ricardo e ad altri, ma soprattutto per aver tenuto ben presente il nesso tra economia, società e Stato”. Non comune prima edizione. Cfr. Iccu; Cat. Einaudi, nr. 489; Dura, p. 1583.