Giovanni Boccaccio - Decamerone curato da Ugo Foscolo - Londra, Pickering 1825

BOCCACCIO GIOVANNI - FOSCOLO UGO.  Decamerone di messer Giovanni Boccaccio. Londra, Guglielmo Pickering, 1825.

Tre volumi di cm. 19,5, pp. (6) cxxxv (1), 1-228; (4) 229-588; (4) 589-967 (1). Rara legatura editoriale in piena tela con titoli a stampa al dorso (questa edizione è altresì nota per essere uno dei primi esempi dell'uso editoriale di questo tipo di legatura in tela). Sporadiche e lievi fioriture. Esemplare ancora in barbe, fresco e ben conservato. Edizione originale del Decamerone curato dal Foscolo, nella variante citata dall'Acchiappati [II, 122] priva di figure: "L'oculato esame dell'esemplare consente non solo di confermare senza possibilità di dubbio l'esistenza di una variante senza illustrazioni, ma di preceisare che di essa variante esistono due diverse sub varianti editoriali: la presente e quella descritta da Mazzolà, la quale riprodiuce esattamente la variante con le illustrazioni ... salirebbero così a cinque le varianti dell'edizione". Ancora Acchiappati (119): "Mette a fuoco lintraprendenza del ventottenne William Pickering, giovane editore londinese già apprezzato per le sue pregevoli edizioni di classici greci, latini, italiani ed inglesi; caratteristica delle sue edizioni i grandi margini, che conferivano alle stampe una nota di sobria e raffinata eleganza". Cfr. Mazzolà, Catalogo della raccolta foscoliana, 52: "Esiste anche la variante senza illustrazioni", identica al nostro esemplare; Gamba, 193: "Dal dottissimo Discorso, premessovi da Ugo Foscolo su le vicende del Decamerone, riceve fama quest'edizione". Edizione originale, anche relativamente al lungo saggio «Discorso storico sul testo del Decamerone», che precede il testo boccaccesco al volume primo. Si contano ben cinque varianti dell'edizione: variante con le tavole, variante senza le tavole che riproduce esattamente quella con le tavole (uguale al nostro esemplare), un'altra sempre priva di tavole con una differente disposizione delle pagine nei volumi, variante stampata su carta grande di China e infine l'ultima che conta 25 esemplari stampati su carta India.