Storia napoleonica: de Chambure - Napoleone e i suoi contemporanei - 1838 (con 48 belle incisioni)

CHAMBURE (DE) LAURENT AUGUSTIN PELLETIER.  Napoleone e i suoi contemporanei, serie d'incisioni in rame rappresentanti varii tratti d'eroismo, di clemenza, di generosità, di popolarità. Firenze, per V. Batelli e figli, 1838.

Due volumi (con numerazione delle pagine continua) di cm. 24, pp. 1-336; 337-645 (1). Con 48 belle tavole f.t. (ciascuna protetta da velina) tra cui il ritratto di Napoleone in antiporta e una tavola ripiegata raffigurante l'armata navale inglese. Elegante legatura coeva in mezzo marocchino rosso con punte; titoli su doppio tassello e ricchi fregi in oro al dorso. Minimi segni del tempo alla legatura (piatti leggermente lisi al centro), fioriture sparse, peraltro esemplare nel complesso ben conservato. Laurent Augustin Pelletier de Chambure (1789-1832), militare francese, partecipò alle campagne napoleonica di Prussia, Polonia e Spagna. Questa fortunata opera, di taglio biografico, fu scritta allo scopo di esaltare i “tratti d'eroismo, clemenza, popolarità e generosita” di Napoleone Bonaparte. La parte finale dell'opera è dedicata alla Relazione di Maitland, capitano comandante del vascello Bellerofonte, sul quale Napolone venne trasportato in esilio (all'espisodio è dedicata l'ultima bellissima tavola ripiegata). Cfr. Iccu.