Gioja, Teoria civile e penale del divorzio, 1841 - Guizot, De la démocratie en France, 1849

GIOJA MELCHIORRE.  Teoria civile e penale del divorzio ossia necessità, cause, nuova maniera d'organizzarlo. Lugano, presso gli Editori, 1841.

Pp. 284. Preceduto da: GUIZOT FRANCOIS. De la démocratie en France (Janvier 1849). Paris, Victor Masson, 1849. Pp 157 (3). Due opere in un volume di cm. 21. Legatura coeva in mezza tela. Sporadiche fioriture, peraltro esemplare ben conservato. Prima opera: Melchiorre Gioia (1767-1829), celebre scrittore di cose politiche ed economiche nativo di Piacenza, in giovane età fu al centro di accuse di giacobinismo e giansenismo che determinarono il suo allontanamento dall'amministrazione generale di Lombardia. In seguito al trattato di Campoformio Gioia mutò la sua visione politica avversando con decisione la Francia. Scrisse opere fondamentali che lo consacrarono tra gli autori più eruditi e originali dell'intero Ottocento. Questo interessantissimo saggio di taglio giuspolitico è diviso in tre parti: necessità del divorzio, cause dello stesso e infine esposizione del titolo VI del codice civile della Repubblica francese, riguardante appnto la disciplina del divorzio. Cfr. Iccu. Seconda opera: Francois Pierre Guillaume Guizot (1787-1874), considerato tra i principali uomini di stato e pensatori politici dell'Ottocento francese. Questo importante saggio, vero e proprio testamento politico dell'Autore, è dedicato ai temi della democrazia, della pace sociale e della rappresentanza nella vita politica francese. Prima edizione dell'opera, tradotta più volte in Italia e in tutta Europa. Cfr. Iccu.