Kant - Elements metaphysiques de la doctrine du droit - 1854

KANT EMMANUEL.  Elements metaphysiques de la doctrine du droit suivis d'un essai philosophique sur la paix perpetuelle et d'autres petits escrit relatifs au droit naturel... Traduit de l'allemand par Jules Barni. Paris, Auguste Durand libraire , 1854.

Cm. 22,5, pp cxci (1), 392. Bross. orig. ornata con trascurabili mende. Rare fioriture. Esemplare ben conservato, parz. intonso. Significativa traduzione francese di quest'opera giusfilosofica di Immanuel Kant (1724-1804), corrispondente alla prima parte della Metafisica dei costumi. L'importanza della traduzione francese a metà Ottocento si desume dal vivace dibattito francese sulle prospettive della dottrina giusnaturalista; Kant, attraverso l'elaborazione dei Principi metafisici della dottrina del diritto, elaborò una coerente critica della metafisica giuridica del giusnaturalismo. Gli esponenti principali del pensiero giuspositivista europeo, nonché la scuola storica (con Savigny in testa) furono ampiamente condizionati dalla idea kantiana dell'autonomia morale della persona e sulla concezione di ordinamento giuridico visto come elemento non scindibile dalla libertà personale, ovviamente limitata dalla libertà degli altri membri del corpo sociale. Il traduttore, Jules Barni (1818-1878), importante pensatore politico neo-kantiano, fu esule a Ginevra e militante attivo per la causa della pace internazionale, nonché teorico del concetto di cittadinanza repubblicana, svincolata definitivamente dal mito e dall'idea di nazione. Raro. Cfr. Kvk.