Manzoni - Versi in morte di Carlo Imbonati - Milano 1806 (rara prima edizione venale e italiana)
 2600

Spedizione a/Shipping to:

richiesta informazioni

Manzoni - Versi in morte di Carlo Imbonati - Milano 1806 (rara prima edizione venale e italiana)

MANZONI ALESSANDRO.  In morte di Carlo Imbonati. Versi di Alessandro Manzoni a Giulia Beccaria sua madre. Milano, coi tipi di Gio. Giuseppe Destefanis, 1806.

Cm. 18, pp. 19 (1). Bellissima legatura del tempo in cartoncino verde (trattato con effetto pelle) con titoli su tassello in marocchino rosso al piatto anteriore. Filetti al dorso e ricchi fregi dorati a cornice dei due piatti. Nitida firma di possesso di mano coeva alla carta di guardia. Trascurabili abrasioni al dorso. Ottimo esemplare da alta collezione. Rara prima edizione venale e italiana (dopo l'introvabile editio princeps non venale impressa sempre nel 1806 a Parigi in soli 100 esemplari). Si tratta altresì del primo lavoro di Manzoni apparso a stampa; consta di 242 endecasillabi sciolti, e fu scritto per la morte del Conte Carlo Imbonati (1805) col quale conviveva la madre del poeta, Giulia Beccaria, e a cui il Manzoni stesso fu legato da devoto affetto. “Caratteristica del carme è il contenuto sdegnosamente moralistico e aspramente giacobino, per il quale il Manzoni lo incluse più tardi tra i suoi delicta iuventutis rifiutandosi di ammetterlo nel novero delle opere da lui ufficialmente riconosciute. Più che opera darte il carme è una promessa darte, vivacemente giovanile” (Dizionario Opere Bompiani, IV, p. 77). Cfr. anche Iccu; Vismara, 193; Parenti, p. 330.

 2600

Spedizione a/Shipping to:

richiesta informazioni