Un capolavoro dell'Ottocento italiano: Silvio Pellico - Le mie prigioni - 1832 (rara prima edizione)
 1000
richiesta informazioni

Un capolavoro dell'Ottocento italiano: Silvio Pellico - Le mie prigioni - 1832 (rara prima edizione)

PELLICO SILVIO.  Le mie prigioni, memorie. Torino, presso Giuseppe Bocca, 1832.

Cm. 21, pp. (4) 339 + (1) di imprimatur [manca l'occhietto all'inizio]. Bellissima legatura inglese del tempo in piena pelle. Dorso a 5 nervi con titoli su tassello e ricchi fregi dorati agli scomparti, filetto dorato al contorno dei piatti (con fregi floreali agli angoli) e ai contropiatti. Sguardie policrome e tagli dorati. Dedica manoscritta di mano coeva alla prima bianca. Trascurabili segni del tempo alla legatura. Bell'esemplare, fresco e ben conservato. Rara e ricercata prima edizione di uno dei libri più celebri dell'Ottocento italiano, la cui fortuna europea (incalcolabile è il numero delle traduzioni in ogni lingua dell'opera) eclissò di gran lunga quella degli stessi "Promessi Sposi" e che fece dire a Metternich che esso era costato all'Austria più di una battaglia perduta. «Edito a Torino due anni dopo la liberazione dell'autore dallo Spielberg, il libro apparve subito destinato a una fortuna straordinaria e veramente mondiale (di gran lunga superiore anche a quella dei "Promessi Sposi"). Tale fortuna fu alimentata in varia misura dalle correnti laiche e liberali come dai cattolici neoguelfi (ma non mancarono feroci rifiuti da parte delle due ali estreme radicale e clericale)... Le pagine delle "Prigioni" appaiono tutte intrise di una intenzione morale e didascalica: nè situazione lirica e valore del libro si presentano come aspetti divergenti di un'opera frammentaria, ma sono l'uno la vita dell'altro... "Le mie prigioni" sono insieme la grande lirica, la grande tragedia e il grande romanzo del Pellico, e tra le maggiori prove del Romanticismo nostro» (Riccardo Massano, in Vittore Branca, "Dizionario critico della letteratura italiana", Torino, Utet, 1986, vol. III, pp. 403-409). Cfr. anche Iccu; Parenti, Bibliografia di Silvio Pellico, nr. 39; Parenti, Prime edizioni italiane, p. 396; Biancardi-Francese, Prime edizioni italiane, 345.

 1000
richiesta informazioni