Ugo Foscolo - Dei sepolcri - Brescia, Bettoni 1807 (prima edizione in 103 esemplari, a fogli chiusi)
 18000

Spedizione a/Shipping to:

richiesta informazioni

Ugo Foscolo - Dei sepolcri - Brescia, Bettoni 1807 (prima edizione in 103 esemplari, a fogli chiusi)

FOSCOLO UGO.  Dei sepolcri carme di Ugo Foscolo. Brescia, per Nicol Bettoni, 1807.

Cm 31,5, pp. 29 (3) [privilegio in fine]. Legatura strettamente coeva (tipica delle edizioni Bettoni di quegli anni come riscontrato in altre opere) in pieno cartonato rigido bicolore (azzurrino e rosa) con titoli manoscritti al dorso ed ampie punte. Esemplare perfetto, da alta collezione, e unico in quanto ancora integralmente intonso e a fogli chiusi. L'idea di comporre un carme sui sepolcri nacque in Foscolo da un colloquio da lui avuto su questo argomento con Isabella Teotochi Albrizzi ed Ippolito Pindemente nel 1806. Terminata la stesura negli ultimi mesi dell'anno (Vincenzo Monti, primo sicuro lettore del componimento, espresse le sue impressioni nel gennaio del 1807), nel dicembre Foscolo prendeva i primi contatti con il tipografo bresciano Nicolò Bettoni. Era sua ambizione quella di offrire ai lettori un'opera impressa in una sontuosa veste tipografica. Foscolo, che adorava i libri ben stampati, dopo la bella edizione della sua Chioma di Berenice (1803), non era più riuscito a far stampare con raffinatezza una qualche sua opera, nonostante si fosse persino spinto a contattare il grande Giambattista Bodoni, il quale proprio nel 1806 aveva prodotto contemporaneamente ben quattro edizioni, in diverso formato, del Bardo della Selva Nera dell'amico Vincenzo Monti.Grazie a quest'ultimo, Foscolo apprese che il tipografo Nicolò Bettoni aveva da poco tempo cominciato ad utilizzare la finissima carta ‘velina' (particolarmente apprezzata per il suo nitore e per l'uniformità della sua trama priva dei segni prodotti da filoni e vergelle), già da tempo in uso in Francia, ma che in Italia aveva raggiunto per la prima volta un certo grado di perfezione solamente in quegl'anni presso la cartiera di Toscolano, sul lago di Garda, dei fratelli Andreoli. Monti, infatti, apprezzata la qualità della nuova carta, si era subito affrettato a commissionare a Bettoni una ristampa in velina del Bardo della Selva Nera, nonché la prima edizione di un suo nuovo poemetto, La spada di Federico II Re di Prussia.Bettoni e Foscolo trovarono quindi un accordo commerciale, in cui il tipografo accettava di assumersi tutti gli oneri economici dell'operazione, compreso quello di pagare l'autore secondo quanto previsto dalla legge del 19 Fiorile anno IX sui diritti d'autore. L'accordo prevedeva altresì la stampa in sontuosa veste editoriale di due opere foscoliane, i Sepolcri appunto e l'Esperimento di traduzione della Iliade d'Omero. Fra l'altro, essendo stato istituito il 17 luglio 1806 il nuovo Ufficio della libertà di stampa e per i tipografi, Foscolo ebbe modo di avviare la stampa senza essere costretto a presentare preventivamente il manoscritto delle due opere al censore per la revisione.I Sepolcri uscirono nella primavera del 1807 in un numero limitatissimo di copie in un solo formato, il quarto grande, e due tipi di carta: la più sontuosa ‘velina' e la meno costosa, ma comunque pregiata ‘soprafina' (la sopravvivenza di alcuni esemplari su carta comune si spiega forse considerandoli come copie di prova). Foscolo, trasferitosi a Brescia dopo aver ricevuto le bozze a Milano, seguì personalmente le operazioni di stampa, recandosi quotidianamente presso la tipografia e continuando ad apportare piccole modifiche e correzioni sino a che gli fu consentito dai torchi di Bettoni.Un certo numero di esemplari venne donato agli amici, come l'Albrizzi, il Monti e il Pindomente, e a persone di particolare riguardo, come Francesco Maria Augusto Caffarelli, ministro della guerra (la sua è l'unica copia a noi nota che rechi un invio a stampa), Saverio Bettinelli e Giambattista Bodoni. Nel frattempo i Sepolcri vennero messi in vendita e la distribuzione affidata ai librai-editori milanesi Pirotta. Rarissima prima edizione stampata in soli 103 esemplari. Cfr. Iccu.

 18000

Spedizione a/Shipping to:

richiesta informazioni

Altri libri per "letteratura" o "poesia"