Carlo Borromeo - Acta ecclesiae Mediolanensis - 1682

Acta ecclesiae Mediolanensis, a sancto Carolo cardinali s. Praxedis archiep. Mediolan. condita, Federici cardinalis Borromæi archiepiscopi Mediolani jussu undique diligentiùs collecta, & edita. Tomus primus [-secundus]. Lugduni, ex officina Anissoniana et Joan Posuel, 1682-83.

Due volumi di cm. 36, pp. (44) 1-708; 709-1340 (204) [alcuni errori nella numerazione delle pagine]. Magnifica vignetta incisa in rame al primo frontespizio bicromo e xilografica al secondo, bellissima testata incisa sempre in rame nel primo volume. Legatura coeva in piena perg. rigida; dorso a 5 nervi con titoli ms. Timbretto di biblioteca conventuale austriaca all'occhietto e firma di possesso di mano coeva ai due frontespizi. Sottili fenditure a due cerniere (piatti ben saldi), naturali fioriture/bruniture dovute alla qualità della carta lionese del tempo, strappetto senza mancanze all'ultima carta d'indice del secondo volume, peraltro nel complesso buon esemplare. Opera di grande importanza nella storia istituzionale milanese, simbolica dello stretto legame fra potere temporale e religioso nel Cinquecento milanese ed italiano. Carlo e Federico Borromeo si ersero a presidio della città cercando di disciplinarne la vita spirituale e civile. L'opera include le costituzioni ed i decreti del concilio provinciale tenutosi fra il 1565 ed il 1582, nonché gli atti dei 11 sinodi diocesani posteriori al 1564, nonché numerosime fonti documentali relative alla chiesa milanese. Non comune e ricercato. Cfr. Brunet, I, 1120 e Graesse, I, 498, che menzionano altre edizioni; Iccu; Kvk.

Altri libri per "diritto" o "Milano"