Rarità bibliografica torinese: Gaspare Cecchinelli - Lettera del duello - 1642 (prima edizione)

CECCHINELLI GASPARE.  Lettera di Monsignor Gasparo Cecchinelli vescovo di Montefiascone, nuntio apostolico in Torino. Alli curati del Piemonte, del duello. In Torino, appresso Gio. Giacomo Rustis, 1642.

Cm. 13,5, pp. 60 + 1 c.b. Doppio ex libris: il primo, antico e inciso in rame, del Conte Valperga; il secondo del Conte di Val Cismon, Cesare Maria De Vecchi (1884-1959), ministro dell'Educazione Nazionale nel governo Mussolini. Legatura in pergamena antica molle rimontata. Trascurabili difetti, esemplare ben conservato. Gaspare Cecchinelli (1587-1666), nativo di Sarzana ma piemontese d'adozione, fu destinato alla nunziatura di Torno con lo scopo di trovare un accordo di pace nella guerra civile che sconvolse il ducato di Savoia dopo la morte del duca Vittorio Amedeo I avvenuta nel 1637. I madamisti filo-francesi e i principisti filo-spagnoli sigliarono l'accordo di pace il 15 Giugno 1642 grazie anche all'abilità diplomatica di Cecchinelli. Questa lettera, inviata ai curati del Piemonte, mirava a dimostrare l'illiceità del duello. Rarissima edizione originale, non censita in Iccu, sconosciuta alle principali bibliografie e introvabile nel mercato antiquario.