Gerolamo Cardano - Proxeneta seu de prudentia civili liber - 1627

CARDANO GEROLAMO.  Proxeneta, seu de prudentia civili liber. Lugduni Batavorum, ex officina Elzeviriana, 1627.

Cm. 12, pp. (24) 767 (1). Bellissimo frontespizio inciso in rame raffigurante Cardano. Bella legatura in pieno marocchino rosso, dorso a 4 nervi con titoli e ricchi fregi dorati agli scomparti. Piatti inquadradrati du duplice filettatura con fregi in oro agli angoli e tagli dorati. Antica firma di possesso al frontespizio. Trascurabili mende alla legatura, qualche sporadica fioritura e lieve alone al margine alto delle carte finali. Bell'esemplare. Gerolamo Cardano (1501-1576), nativo di Pavia, fu medico, matematico, filosofo e astrologo di grande fama. Ebbe una vita tormentata a cusa dei figli, uno condannato a morte per uxoricidio, l'altro sospettato di furto. Nel 1570 fu arrestato per eresia e costretto a lasciare l'insegnamento e a distruggere le opere compilate e mai date alle stampe. La redazione di questa importante opera politica fu particolarmente travagliata e durò circa un decennio (1560-1570). Ne scaturì un manuale pratico dall'essenza utopica in cui la filosofia morale diviene guida per i comportamenti nella vita civile e politica. Rara prima edizione postuma. Si ebbero in seguito numerose ristampe, sotto il titolo di "Arcana politica". Cfr. Iccu; Willems, 272; Brunet I, 1573.

COD. (N14)

Altri libri per "politica" o "filosofia"