Paolo Giovio - Antonio Campo - Vite dei Visconti - 1642/45 (video)

GIOVIO PAOLO.  Vite dei dodeci Visconti che signoreggiarono Milano ... Tradotte da Lodovico Domenichi. Et in quest'ultima impressione accresciute. In Milano, in casa di Gio. Battista Bidelli , 1645.

Pp. (20) 132 [splendida antiporta raffigurante due putti che sorreggono l'insegna milanese, dati tipografici al centro ed aquila con due uomini incatenati alla base; 14 splendidi ritratti incisi in rame a piena pagina, l'ultimo dei quali ripetuto]. Unito a: CAMPO ANTONIO. Historia delle vite de' duchi et duchesse di Milano, con i loro veri ritratti cavati al naturale. In Milano, per Filippo Ghisolfi, 1642. Pp. 32 [con 24 splendidi ritratti incisi in rame n.t.]. Due opere in un volume di cm. 25.  Bella legatura primi Novecento in mezza pelle con ampie punte, dorso a 4 nervi von titoli e filetti dorati, carta marmorizzata ai piatti. Abile restauro a p. 55 della prima opera (con superficiale abrasione di qualche lettera nel punto posto a fronte a p. 54, forse per un'antica aderenza delle due carte), qualche abilissimo restauto ai margini bianchi della seconda opera [due cc. rifilate di qualche mm. nel margine basso. Esemplare stampato su carta forte, e, soprattutto per quanto concerne la prima opera, caratterizzato da carta immacolata. Bell'esemplare. Prima opera: Paolo Giovio (1483-1552), celebre storico comasco, va annovarato tra le figure più illustri del Cinquecento italiano. Quest'opera, già tradotta in volgare nel 1558, ricavò un implementato prestigio editoriale grazie a quest'importante apparato iconografico. Cfr. Brunet, III, 584; Graesse, III, 490; Iccu. Seconda opera: Antonio Campo, si ritagliò grande fama per un'importante storia di Cremona scritta nella seconda metà del Cinquecento e di cui questa "Historia delle vite" configura il quarto libro, nonché la seconda parte, tipograficamente autonoma. Rarissimo. Cfr. Graesse, II, 30, per un'edizione erroneamente segnalata 1612 (recte 1642); Lozzi, 2614 n., menziona infatti l'edizione del 1642.