Johannes Arnoldus Corvinus -Jus feudale per aphorismos strictim explicatum - 1680

CORVINUS JOHANNES ARNOLDUS.  Jus feudale per aphorismos strictim explicatum. Amstelodami, ex officina Elseviriana, 1680.

Pp. (12) 216. Unito a: CORVINUS JOHANNES ARNOLDUS. Posthumus Pacianus; seu definitiones, iuris utriusque viri Cl. Julii Paci a Beriga IC… Amstelodami, apud Ludovicum Elzevirium, 1652. Cm. 13, pp. (12) 499 (79). Frontespizi in rosso e nero con marchio tipografico elzeviriano. Bellissima legatura coeva in piena pelle; dorso a 5 nervi con titoli, filetti e fregi in oro. Stemma della Biblioteca Bignon (della quale si ricorda una celebre vendita pubblica avvenuta il 27 Agosto 1725; Jean-Paul Bignon fu bibliotecario e uomo di stato francese, attivo nella prima metà del Settecento) al centro dei piatti, inquadrati da triplice filetto dorato; tagli rossi. Trascurabili segni del tempo alla legatura, sporadiche fioriture, peraltro esemplare fresco e ben conservato. I opera: Johannes Arnoldus Corvinus (nato Joannes Arnoldsz Rvens, 1582-1650), calvinista nativo di Leida, fu tra i principali giureconsulti del Seicento olandese. Questa summa di diritto feudale è una delle sue opere più difficili da reperire nel mercato antiquario. Cfr. Willems, 1577; Kvk. II Opera: Prima edizione di questa raccolta di massime, frammenti e definizioni giuridiche tratte dalle compilazioni giustinianee. L'elaborazione del Corvinus si fonda, in questo contesto, sulla dottrina del giureconsulto vicentino Giulio Pace (1550-1635), professore di diritto ad Heidelberg, Montpellier, Ginevra e Padova ed autore di una vasta ed apprezzata produzione scientifica. Il riferimento del Corvinus al Pace non è casuale, ma motivato dal fatto che entrambi coltivavano la dottrina protestante. Cfr. Willems, 996.

Altri libri per "legature" o "diritto feudale"